Nel corso degli ultimi anni, il Comune ha bandito gare per 34 centri e servizi da avviare in tutta la città per i giovani e i giovanissimi. Si tratta in particolare di 8 centri per bambini di età fra 0 e 5 anni, 24 centri per ragazzi di età fino a 18 anni, 1 centro per minori disabili ed i servizi educativi domiciliari. Purtroppo, ad oggi solo una parte di questi è stata concretamente avviata (12) a causa di contenziosi che sono sorti o dei tempi lunghi nelle verifiche burocratiche imposte dalla legge.

Anche per questo il Comune si è fatto promotore di uno snellimento della normativa e delle procedure. Una battaglia da continuare perché la burocrazia non può fermare i servizi.