Nascerà a Palermo il Comitato Conferenza di Servizi per lo Sviluppo della Città (CSSC) che segnerà un altro cambio di passo nella cultura palermitana.

IL CSSC è un’istituzione che consentirà una programmazione condivisa per lo sviluppo della nostra città; sarà convocata e presieduta dal Sindaco, e sarà composta da tutti i soggetti istituzionali e dalla Consulta delle professioni liberali.

In merito a questo si sono già riuniti imprenditori siciliani per costituire la think thak: un luogo per pensare ed elaborare insieme le cose da fare e le strategie da attuare per lo suo sviluppo e la crescita di Palermo. Allo scopo di incentivare la collaborazione pubblico/privato, questo gruppo è composto da imprenditori che non hanno appalti con l’amministrazione comunale, ma che vivono ed operano nel libero mercato.

Ad esempio nel cuore della Vucciria, dove il Comune ha già avviato una riqualificazione recuperando la fontana, i privati, di intesa con l’amministrazione comunale ed utilizzando la legge sui comparti, restaureranno e ristruttureranno i palazzi di piazza Garraffaello e, in attesa di sapere se finalmente si costruirà il nuovo stadio di Palermo, che deve essere fatto ovviamente con investimenti privati, sono già stati invitati gli imprenditori a progettare e realizzare un Centro Congressi, che per antonomasia è motore e luogo di aggregazione per business, affari, sviluppo, economia, imprenditoria ecc.. e quindi è proprio da chi è più interessato a questi fattori, cioè i privati, che deve essere pensato e realizzato