Dal 2013 opera a Palermo la Consulta delle Culture, un organismo consultivo formato dai rappresentanti dei cittadini comunitari, extracomunitari, apolidi e possessori di doppia cittadinanza.

Il maggior impegno della Consulta si è concentrato per cercare di avvicinare le comunità, con i relativi problemi e le relative risorse, all’amministrazione cittadina e a costruire ponti di dialogo, conoscenza e scambio. Un dialogo utile, non solo per affrontare problemi quotidiani, ma anche per promuovere la ricchezza culturale che anima la nostra città.

La Consulta è un importante simbolo di Palermo, della sua capacità di unire, far dialogare, far ragionare; è soprattutto simbolo della necessità di ri-partire proprio dalle culture, dalle loro unicità e dalla loro ricchezza, per ri-costruire rapporti fra le persone, fra i popoli, fra gli Stati.