Dopo 4 anni di chiusura totale da parte della Regione, a luglio del 2012 l’area della Fiera è tornata a disposizione del Comune che ha avviato un percorso concreto di recupero e sviluppo.

Grazie ad interventi di ristrutturazione supportati dal Comune direttamente o dai privati, gran parte della Fiera è tornata disponibile per ospitare uffici, iniziative di carattere sociale e culturale, grandi manifestazioni.

Dal 2014 ha ospitato circa 45 grandi eventi, che hanno coinvolto decine di operatori economici e culturali, con più di 700.000 visitatori. Alcuni padiglioni sono già destinati al supporto di attività sociali e culturali e una volta terminato il recupero, un’area del complesso ospiterà uffici comunali, mentre l’area principale manterrà la sua vocazione come Fiera e centro congressi.