Nel 2012, in tutta la città c’erano in tutto tre parchi gioco, vecchi, vandalizzati e poco sicuri per i bambini.

Con fondi comunali, in questi ultimi anni a partire dal 2015, è stato preparato un piano per realizzare numerose aree gioco in tutti i quartieri. Alcune sono anche attrezzate con giochi fruibili da bambini con disabilità.

In particolare sono 26 le aree già installate o che saranno installate entro l’estate con giochi e arredo: in via Padre Kolbe, a Romagnolo, in piazza Acquasanta, all’Arenella, a Vergine Maria, a piazza Beccadelli a Sferracavallo, a Tommaso Natale, villa Niscemi, ai Danisinni presso Sant’Agnese, in via Mulè, via Diaz, nel piazzale pedonale presso casa Padre Puglisi, villa Trabia, villa Sperlinga, case Rocca, viale Praga, via Tricoli, via Di Salvo, Zisa, via Pitrè, a Bonagia presso la parrocchia, a Piazza Indipendenza, allo ZEN, all’Uditore, a Roccella, al “palmeto” di viale Michelangelo, in via Tiepolo, alla parrocchia di Guarnaschelli.

Accanto alle aree attrezzate per i più piccoli, molte altre zone verdi sono state recuperate ed attrezzate oppure hanno i lavori in corso: via Trabucco, via Verdinois, piazza P.pe di Camporeale, Largo Gibilmanna, piazza Lolli, senza dimenticare il supporto dato alla creazione del “Parco della salute” al Foro Italico.

Il nuovo Piano regolatore prevede che molte aree verdi della città oggi abbandonate siano trasformate in verde pubblico attrezzato, anche con mini impianti sportivi, perché ogni quartiere abbia il suo spazio di socialità, divertimento e gioco sicuro per i più piccoli.