Nel 2012, nessuna struttura sportiva della città era aperta regolarmente e molte erano del tutto chiuse. Il Comune si è dotato quindi di un grande piano per il recupero dell’impiantistica, affrontando la prima esigenza di reperire le risorse per realizzare i tanti lavori, grandi e piccoli, necessari perché gli impianti potessero gradualmente tornare al funzionamento regolare.

Oggi siamo a buon punto con l’avvio del recupero del Velodromo, la riapertura della Pista di pattinaggio di via Mulé, la riapertura totale e in sicurezza del PalaOreto e del PalaMangano, la riapertura del Campo ostacoli della Favorita, la vasca scoperta della Piscina riscaldata e tornata alla piena fruibilità e la vasca interna di nuovo fruibile dal pubblico.

Accanto a questi interventi di manutenzione, siapure rilevanti, il Comune ha sviluppato un progetto per far tornare in funzione la cittadella dello sport di Fondo Patti allo ZEN, con il Palazzetto dello Sport abbandonato dal 2008. Un progetto imponente che sarà realizzato grazie al contributo del Coni e dello Stato.